lunedì 4 aprile 2011

Grazie Svezia, non solo per l'Ikea!

Quando si dice Svezia il pensiero va subito all'Ikea e a tutte quelle meraviglie da assemblare da soli facendo credere di avere un'indole da falegname anche a chi, come me, non sa la differenza tra una rondella e una vite....o a chi, dopo aver tirato fuori dal cartone i vari pannelli, butta via tutto incurante del sacchetto di viti che rimane ancora sul fondo del cartone quando i netturbini gettano il pacco al macero....si, son stata capace di fare anche questo! Ohhh yesss!
Ma per me da un po' di tempo Svezia vuol dire anche grandi scrittori di gialli.
Ormai lo sanno anche i sassi dell'amore folle che ho avuto per Stieg Larsson e la sua FAVOLOSA Trilogia Millennium.
Non mi era mai capitato che un libro, diciamo anche mattone visto la quantita' di pagine, mi tenesse incollata alle sue frasi quasi come una droga!
Quando poi ho finito di leggerene l'ultima pagina mi son detta "E ora??? Cosa leggo? Chi mi terra' incollata ore e ore della notte tra le sue pagine ?"
Bene, la risposta l'ho avuta qualche gg fa.
Ho comprato questo libro al supermercato, perche' diciamocelo...i libri son cari e quindi trovo doveroso approfittare di eventuali sconti...
L'ho comprato perche' mi sembrava di averne letto qualche recensione, perche' quando l'occhio mi e' andato sul nome della scrittrice ho visto con piacere che doveva essere del nord Europa e perche' fa parte dei "GialloSvezia".
"LA PRINCIPESSA DI GHIACCIO", 458 pagine di suspance pura. E' vero che qualche collegamento e' facile da intuire-scoprire, ma credetemi...dopo 4 gg di lettura sfrenata mezz'ora fa l'ho finito e ho solo un aggettivo BELLO!!!! Fino all'ultimo non avevo capito chi era l'assassino, quindi e' OTTIMO.
In piu' svela qualche abitudine e tradizione del popolo svedese.
Per esempio sapevate che e' buona educazione che l'ospite si tolga le scarpe una volta entrato in casa altrui? O ancora che oltre le quantita' abnormi di caffe' che non puo' mai mancare, assieme e' carino offrire paticcini di ben 7 qualita' diversa????
Le tradizioni vanno rispettate!

Credo che acquistero' anche il secondo romanzo della scrittrice.
Anche se, naturalmente visto il successo del primo libro, il secondo e' gia' piu' costoso....
In piu' ho scoperto che c'e' proprio un esercito di nuovi scrittori nord europei sul genere che aspettano solo che io li legga, non posso mica deluderli!
Quindi avanti col prossimo libro svedese, purche' avvincente e intrigante come i suoi predecessori!
Ve lo consiglio al 100%